SPUMINA E LUPOVECCHIO – UNA FAVOLA MODERNA – ovvero: una mano lava l’altra ma lo sporco rimane!




Basilicata | Paolo Cirigliano | 7 dicembre 2010 alle 11:06

Spumina e Lupovecchio. Un bel dì s’incontrano e parlano! Parlano..  parlano..  parlano;  per ore!
Nulla hanno in comune che li unisca. L’uno vecchio, brutto e laido: però è “uno che conta”! L’altra giovane, bella e spregiudicata: mira in alto! Scherzano,  ridono,  bevono e, intanto, ognuno pensa:  avrò quel che voglio…..

Due i possibili epiloghi: al lettore la scelta di quel che più gli aggrada…

Lupovecchio

..e quando,alfin, le avea donato il volo

non più gaiezza, nè tenerezza

dimentica è ogni carezza..

tardo, arguisce! Tristo e solo!

Spumina

..e quand’ella, alfin, capì del suo vano sacrifizio

chè mendaci eron le promesse soffiatole all’orecchio

lo stomaco  vuotò al pensier dello Vecchio

ed in lacrime s’angustiò pel suo orifizio

ch’avea dovuto usar…   ….Anzi,  parecchio_

Lo scritto è opera della fantasia dell’autore. Ogni riferimento a persone o fatti realmente accaduti è puramente casuale.

Bella e Bestia

Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Ti è piaciuto questo articolo? CONDIVIDILO!


Basilicata su Facebook: ti piace? Sottoscrivi il nostro feed RSS

Citycool su Facebook





Articolo scritto da Paolo Cirigliano

Paolo Cirigliano Paolo Cirigliano Scrive su questo blog per dare voce ad una delle zone più dimenticate della Basilicata.
Sito: http://www.facebook.com/profile.php?id=1650190255


2 commenti

  1. lucia scrive:

    io penso che il finale più giusto e probabile è quello di lei che se lo prende in quel posto….

  2. Harassed scrive:

    lei se lo prende in quel posto, sicuro!

Lascia un commento